Diabete

2018-12-11T05:43:30+00:00 dicembre 11th, 2018|Categories: News|Tags: , , , , |

Diabete: sono circa un milione gli italiani che non sanno di soffrire di questa patologia

I casi di diabete già accertati sono circa 4 milioni, mentre circa un milione di persone non sanno di avere questa malattia. Non solo, secondo i dati più recenti, circa 7 milioni di italiani si trovano in cuna condizione di pre diabete, quindi sommando queste cifre si può affermare che in Italia sono circa 12 milioni le persone coinvolte.

Diabete: i campanelli d’allarme

Riconoscere subito il diabete non è facile, in quanto spesso i sintomi vengono sottovalutati o associati ad altri disturbi, ma farsi vedere al più presto dal proprio medico ed eseguire le analisi necessarie è fondamentale, quindi è sempre opportuno fare attenzione ai disturbi che si verificano e prendere provvedimenti prima possibile. Ecco i sintomi più comuni:

Aumento della sete: questo è ritenuto uno dei sintomi più comuni nelle persone che soffrono di diabete e non lo sanno. Bere con una certa frequenza e avere comunque sete può indicare la presenza del diabete.

Minzioni frequenti: bevendo più acqua è normale andare al bagno più spesso, anche durante la notte, ma quando la glicemia è alta questa condizione diventa ancor più presente, quindi insieme alla polidipsia è un’indicazione da non sottovalutare.

Intorpidimento degli arti: mani e piedi intorpiditi è un altro sintomo frequente e possono indicare la presenza del diabete.

Aumento dell’appetito: dato che quando si ha il diabete gli zuccheri non vengono trasformati in energia, anche quando si mangia in maniera spesso chi ha il diabete ha fame quasi sempre.

Dimagrimento improvviso: in alcuni casi le persone che soffrono di diabete possono dimagrire bruscamente, condizione provocata dall’assenza o dalla carenza di insulina.

Spossatezza: sentirsi sempre stanchi è un’altra indicazione che può essere un valido campanello d’allarme ed è normale quando non si è coscienti del fatto che si ha il diabete.

Aumento delle infezioni delle vie urinarie: l’urina delle persone che soffrono di diabete è ricca di zuccheri e questo fattore costituisce la creazione di un terreno fertile per i microrganismi, quindi candidosi, cistite ed altre infezioni potrebbero verificarsi con più frequenza.

Vista appannata o offuscata: quando i livelli di glucosio nel sangue sono alti la vista di chi soffre di diabete spesso è offuscata oppure appannata, inoltre anche il nervo ottico spesso viene danneggiato.

Cicatrizzazioni più lente: quando i livelli di zucchero nel sangue sono alti le arterie si calcificano e dato che il flusso del sangue e dell’ossigeno diminuisce notevolmente le ferite fanno fatica a cicatrizzarsi, inoltre anche la capacità dell’organismo di combattere le infezioni diminuiscono.

Disfunzioni erettili: specialmente i soggetti che hanno superato i 50 anni, se soffrono di disfunzione erettile dovrebbero farlo presente al proprio medico, in quanto può essere un indicatore del diabete. Si stima che una percentuale che varia dal 35- al 70% degli uomini che soffrono di diabete hanno anche problemi d’erezione.

Questi sono i sintomi più comuni che possono indicare la presenza del diabete,

ma anche eruzioni cutanee, calo dell’udito, difficoltà di concentrazione, aumento dei crampi ed altri fastidi possono rappresentare un campanello d’allarme da non sottovalutare, quindi recarsi dal proprio medico di fiducia al più presto è importante.

Leave A Comment